Guida su CCleaner

Per l'eliminazione di componenti superflui, di chiavi del registro non più valide, di file residui collegabili ad applicazioni ormai disinstallate, è possibile impiegare CCleaner. Si tratta di un software versatile e completo che non dovrebbe assolutamente mancare tra le utilità per la manutenzione del sistema, presenti sul proprio personal computer.
Sono quattro i pulsanti attraverso l'utilizzo dei quali è possibile regolare il funzionamento del programma: Pulizia, Registro, Strumenti ed Opzioni. Le prime due voci consentono, rispettivamente, di analizzare il contenuto del sistema vero e proprio alla ricerca di elementi superflui oppure di controllare lo stato del registro di sistema ponendo soluzione a tutte le problematiche più comuni.

All'avvio del setup, CCleaner propone l'installazione della toolbar di Yahoo. Se non interessa, è possibile negarne l'installazione deselezionando la casella Aggiungi CCleaner Yahoo! Toolbar.

Dopo aver avviato il software, è possibile esaminare (pulsante Pulizia) l'insieme di elementi che CCleaner è in grado di eliminare dal disco fisso: file temporanei relativi alla "navigazione" su Internet con il browser, cookie, cronologia web, elenco degli indirizzi Internet digitati, file index.dat, informazione sull'ultima cartella utilizzata per il download di file da Internet, autocompletamento dei moduli sul web (username e password), riferimenti (collegamenti) ai documenti aperti di recente, comandi digitati nel menù "Esegui" di Windows, autocompletamento della funzione "Trova file" di Windows, altre liste gestite da "Esplora risorse", cestino di Windows, file temporanei creati dal sistema operativo o dalle applicazioni installate, file log di Windows, altri file superflui, vecchi dati relativi al "prefetching" e così via.

Se lo si desidera, è possibile attivare anche la casella Avanzate che mette a disposizione ulteriori funzionalità di pulizia. Effettuando questa operazione, CCleaner - mediante la visualizzazione di un messaggio di allerta - ricorda che lasciando spuntata la casella Cache ordinamento menù, il programma eliminerà ogni dato relativo al posizionamento delle varie icone di programma all'interno del menù Start di Windows (nessun collegamento sarà comunque eliminato). Analoghi avvisi vengono mostrati relativamente alle successive voci della sezione Avanzate.
CCleaner, attraverso un'unica compatta interfaccia, permette di sbarazzarsi, quindi, di tutti quegli elementi che contribuiscono a rallentare il sistema operativo preservando, contemporaneamente, la privacy dell'utente.
Cliccando sul pulsante Analizza, si richiede a CCleaner di stilare una lista di elementi, individuati sul sistema in uso, che corrispondono ai criteri di scelta relativi alle varie caselle spuntate nelle schede Windows ed Applicazioni.

Il pulsante Pulizia di CCleaner consente di accedere ad una pingue lista di opzioni per la manutenzione del sistema. Nella sezione Windows, CCleaner raccoglie le opzioni vocate, in modo specifico, alla pulizia del sistema operativo mentre le caselle proposte in Applicazioni consentono di eliminare informazioni superflue legate all'impiego di programmi sviluppati da terze parti.

Nel caso delle applicazioni di terze parti, CCleaner è in grado di cancellare le cosiddette “tracce d'uso” ossia, ad esempio, gli elenchi dei file aperti di recente, file temporanei, informazioni di cache e così via. Prima di avviare la pulizia vera e propria, è bene cliccare sul pulsante Analizza, visualizzato in basso a sinistra.

Dopo aver esaminato la lista degli elementi che corrispondono alle scelte operate, cliccando su Avvia pulizia, il programma procederà all'eliminazione vera e propria dei file superflui individuati sul sistema in seguito all'operazione di analisi. Per quanto riguarda l'eliminazione di informazioni obsolete, ancora memorizzate nel registro di Windows, è necessario far riferimento al pulsante Registro.

Cliccando su Trova problemi, si otterrà una lista completa delle discrepanze rilevate all'interno del registro di Windows sanabili cliccando sul pulsante Ripara selezionati. CCleaner offre l'opportunità di creare una copia di backup dei dati che si stralciano dal registro: nel caso in cui si dovessero rilevare dei problemi, per effettuare un ripristino basterà fare doppio clic sul file .REG generato.
Il programma si puo scaricare da qui

FONTE: ilsoftware

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...